ITCG "Pitagora - Calvosa" - Castrovillari -
 
 
 
 
 

 


pof
patto educativo di corresponsabilità
calendario delle attività
Ricevimento

Istituto d'Istruzione Superiore

ITC "Pitagora"

ITG "Calvosa"

Castrovillari

- Storia dell'Istituto

- Presentazioni generali dell'offerta formativa

- Figure Professionali:

- Come proseguire?


::::::: Storia dell'Istituto ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

L'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri di Castrovillari ha la sua istituzione nel 1959, in risposta alle esigenze di formazione professionale del territorio.

Nasce come sezione staccata dell'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri "Pezzullo" di Cosenza, ma l'incremento - in breve tempo - degli iscritti provenienti dall'Interland, consente dopo solo 3 anni (1962) che l'Istituto divenga autonomo con il nome di Istituto Tecnico Commerciale per geometri "Pitagora" .

Nei suoi 45 anni di storia l'Istituto evidenzia una realtà caratterizzata da cambiamenti, frutto delle trasformazioni sociali ed economiche riguardanti Castrovillari ed il territorio circostante.

A partire dall'anno 1979/80, il successo delle iscrizioni ed il conseguente incremento del numero degli alunni frequentanti, deterninano l'enucleazione del corso per Geometri, dando così vita a due istituti autonomi: Istituto Tecnico Commerciale "Pitagora" e Istituto Tecnico per Geometri "F. Calvosa". Il piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche della Regione Calabria, nel 1997, ricostituisce (Decreto del Provveditore agli Studi di Cosenza n° 5805 del 07/05/1997) l'originaria unità scolastica. Attualmente ITG "Calvosa" si identifica come Istituto Associato.

Veduta frontale del nuovo Istituto in occasione di una nevicata

Dall' A.S. 2004/05 l'attività didattica si svolge presso la nuova sede sita in c.so Calabria, con spazi (aule, laboratori, uffici, ecc.) progettati e realizzati per rispondere adeguatamente alle molteplici esigenze sia del corso commerciale che di quello per geometri.


::::::: Presentazione generale dell'offerta formativa :::::::::::::::::::::::::::::::::

Importanti tendenze che emergono dal mondo del lavoro mostrano come, in vari ambiti dell'economia e della gestione delle aziende, nelle pubbliche amministrazioni come nelle imprese private, è sempre più richiesta la presenza di personale qualificato, capace di sviluppare analisi, utilizzare strumenti al fine di gestire le risorse e programmare le attività. E per la profonda trasformazione in atto, accanto alle competenze tecniche, acquistano importanza le capacità razionali, di cooperazione, di iniziativa, di aggiornamento.

Il nostro Istituto, recependo tali necessità, elabora il Piano dell'Offerta Formativa (POF) documento fondamentale dell'identità culturale e progettuale della scuola, individuando quegli interventi di educazione, formazione ed istruzione che mirano allo sviluppo della persona, tenendo conto delle esigenze del territorio, delle richieste delle famiglie e delle caratteristiche specifiche dei sogetti coinvolti.

Gli alunni nella piazzettà nord durante una delle tante attività: il teatro.

In definitiva, fulcro dell'intero processo formativo I.T.C.G. è una significativa apertura interculturale, una forma mentis flessibile e versatile e una buona capacità progettuale.


:::: Figura Professionale indirizzo settore economico ::::::::::::

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di apprendimento descritti nei punti 2.1 e 2.2 dell’Allegato

A), di seguito specificati in termini di competenze.

  • Valutare fatti ed orientare i propri comportamenti in base ad un sistema di valori coerenti con i principi della Costituzione e conle carte internazionali dei diritti umani.
  • Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici
  • Stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
  • Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini dell’apprendimento permanente.
  • Riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dell’ambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo.
  • Riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali, per una loro corretta fruizione e valorizzazione.
  • Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
  • Padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua comunitaria per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER).
  • Riconoscere gli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea e l’importanza che riveste la pratica dell’attività motorio-sportiva per il benessere individuale e collettivo.
  • Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative equantitative.
  • Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni problematiche, elaborando opportune soluzioni.
  • Utilizzare i concetti e i modelli delle scienze sperimentali per investigare fenomeni sociali e naturali e per interpretare dati.
  • Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare.
  • Analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio.
  • Correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campiprofessionali di riferimento.
  • Identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
  • Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.
  • Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.
Una classe che svolge attività di laboratorio


::::: Figura Professionale settore  costruzioni, ambiente e territorio:::

Il Geometra esplica la sua attività professionale prevalentemente nel settore riguardante il patrimonio immobiliare: costruzione, conversione, variazioni, migliorie, trasformazioni, consistenza fisico-giuridico-economica. Inoltre, egli è un esperto nell’accertamento e nella valutazione degli immobili ed opera nell’attività dei servizi tecnico catastali, nell’amministrazione finanziaria e negli interventi territoriali di difesa ambientale.

 

Al termine del ciclo di studi, egli sarà in grado di: progettare, realizzare, conservare, trasformare e migliorare opere civili di caratteristiche coerenti con le competenze professionali; operare, anche in gruppi di lavoro, nell’organizzazione, assistenza, gestione e direzione di cantieri; organizzare e redigere computi metrici preventivi e consuntivi e tenere i regolamentari registri di cantiere, anche con l’ausilio di mezzi informatici; progettare e realizzare modesti impianti tecnologici (idrici, igienico-sanitari, termici) anche in funzione del risparmio energetico; effettuare rilievi utilizzando i metodi, le tecniche tradizionali e le conoscenze più recenti, con applicazioni relative alla rappresentazione del territorio urbano ed extraurbano; elaborare certe tematiche ed inserirsi in gruppi di lavoro per progettazioni urbanistiche; intervenire, sia nella fase progettuale che esecutiva, sul territorio per la realizzazione di infrastrutture (strade, attraversamenti, impianti, ecc.) di opere di difesa e salvaguardia, di interventi idraulici e di bonifica di modeste dimensioni; valutare, anche sotto l’aspetto dell’impatto ambientale, immobili civili ed interventi territoriali di difesa dell’ambiente, effettuare accertamenti e stime catastali.

Le capacità indicate saranno estrinsecate mediante una sufficiente conoscenza della legislazione inerente il campo di attività.


::::::: Come proseguire ? ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Dopo il diploma di scuola superiore conviene proseguire gli studi oppure e meglio cercare subito lavoro? Qualsiasi sia la scelta, i diplomi rilasciati dalla nostra scuola offrono significative possibilità

Università

I diplomati ragionieri (93.200 ogni anno) ed i geometri (32.000 all'anno) possono iscriversi a qualsiasi facoltà universitaria o diploma univerisitario; il 43% dei primi e il 50% dei secondi decide di proseguire gli studi.

Da indagini condotte dall'Istat (Università e Lavoro - Statistiche per orientarsi, 2004) risulta che i laureati in Ingegneria Gestionale sono quelli che, dopo la laurea, trovano lavoro più facilmente 93,4%, seguiti da quelli in Ingegneria informatica 90,6%, Ingegneria Ambiente e territorio 88,2%, Ingengeria Civile ed edile 85,3%, Scienze statistiche ed economiche (82,5%), Economia Aziendale (81,6%), Scienze della comunicazione (72,5%), Architettura (70,1%), Scienze agrarie (69,5%).

In definitiva, i corsi di studio dell IIS - ITCG di Castrovillari sono propedeutici per affrontare le suddette facoltà unitamente a tutte le altre.

Lavoro

Cresce la partecipazione dei giovani al mercato del lavoro, cioè la quota di quanti lavorano e sono in cerca di lavoro. Quanto maggiore è l'investimento in formazione tanto più alta è la propensione all'occupazione. E' evidente che l'opportunitià di successo dipende, oltre che dalle qualifiche professionali e dall'area geografica, anche dal tipo di diploma e/o laurea conseguiti. L'IIS- ITCG, con i suoi corsi di studi e le moderne risorse informatiche, offre ai suoi iscritti una formazione generale e professionale rispondente alle esigenze dei tempi ed alle emergenti richieste del mercato del lavoro.

Il diploma del settore economico amministrativo (ex ragioniere), oltre alle qualifiche proprie del ragioniere, offre una buona possibilità di impiego come tecnico programmatore informatico, assistente amministrativo, addetto alla contabilità, informatico e telematico, ecc.

Il diplomato costruzioni, ambiente e territorio (ex geometra) è una figura professionale richiesta da più settori in tutta Italia: il diploma costituisce ancora un titolo di studio specifico a bassa concorrenza. La metà degli assunti svolge mansione tipica di geometra e tecnico delle costruzioni civili e simili. Altri trovano lavoro anche nel settore industriale, come disegnatori e progettisti, altri ancora come tecnici di cantiere o tecnici fisici.


 

 
 
 
 
 
 
 
 
home page